Bebè Mania

SPAZIO DEDICATO AI MIEI FIGLI...BAMBINI SI NASCE ...GENITORI SI DIVENTA

Mi Piace

Chi è in linea

In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 21 il Gio 26 Ago 2010, 1:17 am

Navigazione

Migliori postatori

Partner

creare un forum
Sito segnalato su Small Advertise!
Baby Boom la TOP
 
Dettagli john23.newgoo.net/

Migliori Siti

Vota
Top Italia

    Crisi di coppia

    Condividere
    avatar
    Mirna Marchi
    Amministratrice
    Amministratrice

    Data d'iscrizione : 13.06.10
    Località : Ludiano
    Messaggi : 188
    Età : 49

    default Crisi di coppia

    Messaggio Da Mirna Marchi il Mar 21 Set 2010, 8:26 pm



    Ovvero: Arriva un bebè e la coppia scoppia.
    Una certezza: il passaggio da due a tre, da coppia a famiglia, non è affatto indolore.
    La nascita del primo figlio trasforma in modo sostanziale la relazione, si modificano gli equilibri, spesso già fragili, aumentano le richieste e le aspettative, con il rischio che uno o entrambi i partner si perdano di vista e di cuore.
    Gli stress cui i neo genitori vengono sottoposti, i cambiamenti, le responsabilità mettono a dura prova: ed ecco che a fianco di quelle coppie che si ristrutturano con più facilità e velocità, altre vacillano, si mettono in discussione fino ad una rottura, non sempre esplicitata, ma comunque dolorosa.
    Volendo spaccare il capello, con la nascita del bimbo e il massiccio investimento di energia e di tempo che questo richiede, può succedere che la dimensione romantico-erotica e quella di complicità amicale si riducano a picco, mentre sale e diventa prioritaria la solidarietà. Aspetto certo importante per la cura del piccolo che va a scapito però dell’intimità e dell’erotismo: il sesso passa in secondo piano (a volte “ultimo”) e si finisce così per colpire al cuore la stessa soddisfazione coniugale.
    Ciò può generare in uno o entrambi i partner confusione, rabbia, astio, paura e portare la coppia ad una situazione di empasse. Sta di fatto che si soffre, parecchio. Ci si sente spesso mancare la terra sotto i piedi. Si pensa di aver fallito.
    Anche qui la rete gioca un ruolo fondamentale, la possibilità o meno che la coppia ha di delegare o affidare il piccolo alle cure di qualcun altro e la possibilità di confrontarsi e condividere con altri neo genitori.
    Quello che sento pericoloso sono le generalizzazioni: non tutte le persone reagiscono allo steso modo e non tutte le coppie si trovano nella medesima situazione all’arrivo di un figlio. Meglio valutare ogni storia a sé e considerare tutte le possibilità prima di emettere una “prognosi” per una coppia in difficoltà.
    In alcuni casi si tratta di relazioni già incrinate o poco solide, che esplodono definitivamente. In altri casi si può trattare di una fase, dell’ennesima prova da affrontare insieme e quindi di un’occasione di crescita.
    Che fare?
    Meglio fermarsi, interrogarsi, prendersi tempo e spazio per capire. Se necessario, qualora da soli non si esca dall’empasse, è bene chiedere aiuto. Agli amici, alla famiglia, ad un esperto.
    Come professionista ritengo fondamentale aiutare la coppia ad assumersi la responsabilità del piccolo senza perdersi di vista. Aiutanre la neomamma e il neopapà a evitare quel caos esistenziale che come una mina vagante può distruggere anche la coppia più solida. E’ una nuova musica che la coppia può ricreare: passando da un duo a un trio. Una musica tanto più bella e limpida quanto più ciascuno ritrovi, con e insieme all’altro, il senso dell’ordine, del tempo e della misura.
    E della poesia.
    A cura di dott.sa Maria Francesca Basoni
    Psicologa Psicoterapeuta
    Via Fontana 15/1 Milano
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

      La data/ora di oggi è Gio 14 Dic 2017, 5:35 pm