Bebè Mania

SPAZIO DEDICATO AI MIEI FIGLI...BAMBINI SI NASCE ...GENITORI SI DIVENTA

Mi Piace

Chi è in linea

In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 21 il Gio 26 Ago 2010, 1:17 am

Navigazione

Migliori postatori

Partner

creare un forum
Sito segnalato su Small Advertise!
Baby Boom la TOP
 
Dettagli john23.newgoo.net/

Migliori Siti

Vota
Top Italia

    Maschio o femmina

    Condividere
    avatar
    Mirna Marchi
    Amministratrice
    Amministratrice

    Data d'iscrizione : 13.06.10
    Località : Ludiano
    Messaggi : 188
    Età : 49

    default Maschio o femmina

    Messaggio Da Mirna Marchi il Mer 25 Ago 2010, 8:52 pm


    Maschio o femmina? Questione di cromosomi


    Il sesso del futuro bambino è determinato da un meccanismo genetico e, in particolare, da un cromosoma del padre. Infatti, mentre gli ovuli femminili contengono sempre il cromosoma X, gli spermatozoi dell’uomo posso contenere sia quelli X sia quelli Y. Se a fecondare l’ovulo materno è uno spermatozoo X, avremo la combinazione di due cromosomi XX e nascerà una bambina; se, invece, ci sarà la combinazione XY, il futuro bebé sarà un maschietto. Il sesso del bambino viene determinato, perciò, dal futuro padre, ma la selezione dello spermatozoo è casuale. Spesso i genitori desidererebbero poter programmare il sesso del nascituro e… per fare questo vengono consigliate loro le pratiche più disparate. È possibile aiutare il “caso” per aumentare le probabilità di avere un maschio o una femmina? Non esiste nessun metodo scientifico provato per fare ciò. Sono, però, molteplici e, a volte stravaganti, le pratiche proposte per dare una mano al “caso”. Alcune sono fondate su ipotesi scientifiche, altre sulla fantasia e sulla tradizione popolare. Le ipotesi maggiormente studiate si basano su due assunti. Il primo è che gli spermatozoi contenenti il cromosoma X (femminile) siano più lenti ma più forti e resistenti di quelli Y (maschili), che sarebbero invece più deboli ma più veloci. Il secondo presupposto è che, proprio per le caratteristiche sopra descritte, gli spermatozoi X (più lenti e più forti) dovrebbero essere facilitati, nella sopravvivenza, da un muco vaginale acido, mentre gli Y (più veloci e meno resistenti) da uno maggiormente basico. Un’altra teoria scientificamente dimostrata è che i maschi necessitino di un dispendio energetico maggiore per la mamma per cui un’età avanzata, fumo, basso peso o dieta ipocalorica, favoriscano la nascita di femmine. Vediamo, allora, nello specifico, quali siano questi consigli.


    Maschio o femmina? Consigli per il concepimento


    - L’alimentazione. Sembra che essa possa svolgere un ruolo importante nella determinazione del sesso. In particolare, pare che assumere alimenti ricchi di sodio e potassio favorisca il concepimento di un maschietto, mentre quelli ricchi di calcio e magnesio rendano più probabile la nascita di femminucce. Questo metodo, che prende le mosse dall’ipotesi di J. Stolkosvki, si fonda sull’influenza di questi cibi sulla basicità/acidità (ph) del muco vaginale. È necessario, secondo chi consiglia questo metodo, che la donna inizi la dieta almeno 30-60 giorni prima del concepimento.

    - La posizione adottata nei rapporti sessuali. Una posizione che comporti una penetrazione più profonda favorisce gli spermatozoi Y, perché devono percorrere un tratto più breve per raggiungere l’ovulo, evitando la parte iniziale della vagina che è maggiormente acida. Al contrario, si avvantaggiano gli spermatozoi quando la penetrazione è poco profonda.

    - La scelta del giorno in cui fare l’amore. Se si desidera un maschietto i rapporti sessuali dovrebbero coincidere con l’ovulazione, momento in cui il muco è maggiormente basico, per favorire gli spermatozoi Y; al contrario, se si desidera una femminuccia, i rapporti dovrebbero avvenire nei giorni che precedono l’ovulazione, quando il muco è più acido, aiutando così gli spermatozoi X. Su queste ipotesi si basa il metodo Billings. I rapporti in fase post ovulatoria favoriscono invece gli spermatozoi Y che risalgono più rapidamente e riescono a fecondare l’uovo.



    Maschio o femmina? Miti da sfatare


    Ci sono, poi, suggerimenti davvero stravaganti che non hanno nessun fondamento scientifico; divertiamoci a leggerli insieme:

    - Porre una borsa di ghiaccio sui testicoli dell’uomo prima di fare l’amore dovrebbe favorire la nascita di un maschietto. Questo metodo sembra funzionare per i coccodrilli; per gli uomini, invece, appare essere solo un tormentoso supplizio.

    - Secondo un’antica tabella cinese, incrociando il mese del concepimento con l’età della madre è possibile determinare se nascerà un maschietto o una femminuccia.

    - Luna: sembrerebbe che la luna crescente favorisca il concepimento di una bambina, mentre la luna calante quella di un bambino.

    Le uniche tecniche scientificamente provate, che consentono di determinare il sesso del bambino con un margine di probabilità molto alto, vicino al 100%, sono le tecniche di procreazione assistita. Queste ultime possono risultare importanti, oltre che per le coppie che hanno difficoltà di concepimento, anche per quelle che potrebbero trasmettere ai figli delle malattie genetiche. Infatti, molte di queste ultime hanno maggiori probabilità di trasmissione o colpiscono esclusivamente individui di un genere piuttosto che dell’altro.
    Ma in Italia queste pratiche sono vietate in base alla legge 40 del 2004.

    Per concludere: si può provare ad aiutare il caso, ma… essere genitori richiede una grande quantità di flessibilità e creatività, la capacità di sapersi re-inventare continuamente; maschio o femmina non ha importanza: ogni esperienza sarà, comunque, unica e speciale!

      La data/ora di oggi è Mar 17 Ott 2017, 6:27 pm